mercoledì 9 luglio 2014

martedì 17 giugno 2014

Segnalazione siti con presenza di amianto

Da maggio 2014 è attiva la piattaforma digitale che permette ad ogni singolo cittadino di segnalare luoghi in cui ci sia una presunta presenza di amianto, all'indirizzo 


Il sito GuardiaNazionaleAmianto è una piattaforma digitale che permette ad ogni singolo cittadino di segnalare luoghi in cui ci sia una presunta presenza di amianto o visualizzare i siti già monitorati.

giovedì 22 maggio 2014

Eternit killer

Roberto del Negro, pneumologo, direttore dell’Unità Operativa Complessa di Pneumologia della Ulss22 della Regione Veneto, spiega a Salute24 che l’amianto che fuoriesce in polvere dagli scarti di lavorazione o dalla frantumazione delle fibre è “un vero killer, silenzioso, latente, subdolo, spietato".

Basti pensare che sono oltre 2.191 i morti accertati dalla sentenza di condanna del Tribunale di Torino ai magnati dell’Eternit

Secondo stime passate dell’Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro, il bilancio tragico è destinato ad aggravarsi: altre 10mila, forse 15mila vittime ancora e un picco nel 2017.



mercoledì 14 maggio 2014

Amianto: rapporto 2014 sui siti inquinati

Dall'aggiornamento del Rapporto Sentieri sugli insediamenti a rischio da inquinamento, finanziato dal ministero della Salute e coordinato dall'Istituto superiore di sanità (ISS), emerge un ''eccesso'' di mortalità, ricoveri e casi di tumore nei siti a rischio per l'inquinamento ambientale.

Da Casale Monferrato a Taranto, da Gela a Broni, si conferma alto il rischio per la salute dei cittadini e aumentano i casi tumorali di mesotelioma pleurico polmonare. 


Anche se l'eccesso nei casi di tumori può essere dovuto a più fattori e non solo a quello dell'inquinamento ambientale, bisogna procedere quanto prima alle bonifiche ambientali in tutti i siti.



martedì 6 maggio 2014

Smaltire l'amianto di edifici pubblici

In occasione della giornata mondiale delle vittime del lavoro (28 aprile), i Sindacati Cgil, Cisl e Uil, hanno rivolto un appello alla Regione Lombardia, ma anche a tutti i Comuni, affinché l’amianto presente nelle scuole, negli ospedali e negli uffici pubblici venga rimosso e smaltito quanto prima.
Come riportato dal Corriere della Sera, le organizzazioni sindacali scrivono: “Vogliamo che la Regione Lombardia e i Comuni accelerino il processo di rimozione definitiva dell’amianto dalle scuole, dagli ospedali, dagli uffici pubblici o di uso pubblico, dai centri sportivi, dai siti industriali dismessi, dalle abitazioni private agendo sulla duplice leva degli incentivi e degli obblighi. Vogliamo la totale eliminazione della fibra killer e che da subito si proceda alla messa in sicurezza di quei luoghi dove il pericolo di contaminazione è evidente e maggiormente presente”.
In particolare alla Regione Lombardia viene chiesto anche di approfondire gli studi in merito alle malattie provocate dall'amianto e di garantire maggiore assistenza sanitaria agli ex esposti.

martedì 29 aprile 2014

Amianto: il primo portale per le segnalazioni dei cittadini

Dal primo maggio attraverso il portale www.onaguardianazionaleamianto.it si potrà segnalare la presenza di amianto, indicando una posizione su una mappa geografica, inserendo descrizione e fotografie. L'iniziativa è stata presentata dal presidente dell'Osservatorio Nazionale Amianto, Ezio Bonanni.


Ciascuna segnalazione verrà verificata dall'Osservatorio Nazionale Amianto, grazie ad un gruppo formato da squadre di volontari che monitoreranno il territorio  e che verranno formati con un apposito corso di formazione.



martedì 22 aprile 2014

Brescia: Tutela dell’ambiente

Anche Brescia, come altre città, è interessata da problematiche ambientali di vario genere:

- presenza di immobili con coperture in eternit 
- abbandono abusivo di rifiuti in aree pubbliche e private 
- verificarsi di inconvenienti igienico-sanitari


A tal proposito, il settore Ambiente e Protezione Civile del Comune di Brescia riceve quotidianamente svariate segnalazioni scritte e telefoniche.


Per gestire al meglio tali problematiche è stato costituito un gruppo di lavoro di funzionari e tecnici che analizza e provvede a seguire ogni singola problematica.